E' consentito fumare in gravidanza? Quali sono i rischi per il feto?

Il fumo crea diversi danni nel feto: dal basso peso alla nascita all'asma bronchiale. Ci sono, tra le altre cose, seri problemi nei parti.

Siamo in dolce attesa. Ovviamente vengono fuori tutte le paure che una neo-mamma può avere. E' infatti questo un momento bellissimo della nostra vita, e vogliamo che il nostro bambino cresca già dentro la nostra pancia in perfetta forma. 

E' dunque anche questo un momento delicato per fare delle scelte importanti e per essere sotto certi aspetti più responsabili.

Siamo delle fumatrici, ad esempio! E la domanda più naturale da parte di tante donne è: "E' consentito fumare in gravidanza? Quali sono i rischi per il feto?".

Cerchiamo, allora, di rispondere a questa domanda. Ed andiamo a scoprire come dobbiamo comportarci in questo preciso caso.

Partiamo dal presupposto che: fumare nuoce anche alla nostra salute, dunque è naturale affermare che fumare in gravidanza non fa bene nè a noi, nè alla creatura che portiamo in grembo!

Bisogna smettere di fumare allora in questi nove mesi?

Sì, la risposta è decisamente affermativa! Il fumo infatti, ha numerosi effetti negativi sul feto. Dovreste dunque, riuscire ad imparare a dire "addio alle sigarette" mentre siete in questa dolce, dolcissima attesa.

Passiamo di seguito ad elencarli:

smettere di fumare in gravidanza

1) Il fumo può provocare un basso peso alla nascita del bambino.

2) Può essere la causa di aborti spontanei

3) Può creare complicazioni nel corso della gestazione.

4) Il fumo può anche essere la causa dell'asma nei bambini.

5) Parti prematuri.

6) Gravidanze extrauterine.

7) Placenta previa. 

Cosa si intende per placenta previa? "Anatomicamente la placenta si viene a trovare davanti (previa vuol dire davanti) alla parte di presentazione fetale (testa, spalle, podice). Può essere causa di emorragie gravi".

Analizziamo per bene ad esempio il primo dato che vi abbiamo proposto, il sottopeso del feto, è stato concretamente dimostrato. Esiste infatti uno strettissimo rapporto tra la creatura che portiamo nella pancia ed il fumo. Quest'ultimo contiene, tra le altre cose, il monossido di carbonio (CO). Questo penetra nei polmoni e sottrae ossigeno.

Che cosa accade nello specifico?

Viene a diminuire l'ossigenazione del feto. Ciò può così creare un rallentamento della sua crescita.

Sull'argomento se sia consentito o meno fumare in gravidanza sono stati fatti diversi studi. Uno più interessante dell'altro. Di seguito vi riportiamo quello portato avanti da Nick Macklon, esperto di ginecologia presso l'Ospedale universitario di Southampton, in Inghilterra.

Il suo studio fa ben riflettere già nel suo titolo: "Smettere di fumare non appena si ha la conferma della gravidanza evita le conseguenze negative alla nascita legate al tabacco".

Che cosa pone in evidenza la ricerca? Macklon insieme al suo affiatato staff  ha fatto una sorta di esperimento. Ha cioè analizzato il peso dei figli di donne fumatrici, ed il peso di donne non fumatrici, ex fumatrici, o ancora fumatrici che hanno poi  smesso appena hanno saputo di essere incinte. 

Quale è stato il risultato finale dello studio?

E' emerso che il peso medio dei bambini alla nascita delle non fumatrici era decisamente maggiore rispetto al peso dei bambini delle fumatrici. 

Durante la gravidanza non fa male solo il fumo attivo della mamma, ma anche quello passivo (anche se ovviamente in misura minore).

E' da sottolineare anche un altro aspetto molto importante che collega due fattori: il fumo e l'allattamento.

Le donne non solo devono smettere di fumare durante la gravidanza, ma anche in fase di allattamento! Purtroppo esistono donne che non smettono di fumare in gravidanza, e se hanno smesso nei nove mesi, poi riprendono. E', allora, necessario far sapere che questo stile di vita può essere molto deleterio per il bambino. 

Per quale motivo?

1) Le sostanze nocive contenute nel fumo di tabacco passano nel latte.

2) Il latte della mamma a causa del tabacco viene impoverito sia qualitativamente parlando che quantitativamente.

Il fumo nel latte cosa può portare?

1)Difficoltà a dormire per il piccolo.

2) Irritabilità.

3) coliche intestinali.

4) Asma bronchiale.

Mariagrazia Poggiagliolmi

Articolo letto 786 volte

  • Buscopan in gravidanza

    I crampi addominali sono un disturbo frequente in gravidanza, soprattutto nel primo trimestre. Per combatterli si può assumere il Buscopan ma solo dietro prescrizione medica.

  • Alimentazione in gravidanza

    Cosa è meglio mangiare durante la gravidanza? Quali sono gli elementi più indicati per far crescere il feto in tutta salute? Scopri tanti consigli e suggerimenti utili per l'alimentazione più indicata da seguire [...]

  • Quando una gravidanza a rischio e cosa fare per scongiurarlo

    La gravidanza è un periodo delicato per la donna e ci sono casi in cui può diventare a rischio a causa di patologie preesistenti nella donna o per via di complicazioni comparse durante la gestazione. Vediamo nel [...]