Diarrea in gravidanza: cause e rimedi

La gravidanza è uno dei periodi più intensi e belli vissuti da una donna. Tuttavia durante i nove mesi di dolce attesa si possono verificare piccoli e fastidiosi disturbi che destano preoccupazione nelle future mamme. La diarrea è uno di questi. Vediamo insieme le cause e i rimedi a tale problematica. .

Il periodo della gravidanza è uno dei momenti più belli, intensi e speciali che una donna vive nell'arco della sua vita. Proprio per questa ragione i piccoli disagi e le problematiche fisiche che comporta lo stato della dolce attesa, dovuti al profondo cambiamento subito dal corpo, possono rappresentare un fattore di ansia e di stress per tutte le future mamme. È importante, di fronte a determinate situazioni, non allarmarsi, evitare l'automedicazione (ovvero, prendere dei farmaci di libera iniziativa) e consultare sempre il proprio medico curante per sapere cosa fare, come comportarsi e se è il caso di assumere dei medicinali.

Uno dei disturbi più frequenti e temuti dalle donne è quello della dissenteria, detto in altre parole della diarrea. Essa si può alternare a dei periodi di stitichezza ma considerati i dolori a livello addominale che comporta, suscita parecchia preoccupazione. Chi ne viene colpita, infatti, può essere tratta in inganno e pensare si tratti di un sintomo di una malattia virale o di un parassita. Ovviamente, potrebbe essere causata da uno di questi fattori ma non è detto.

Spesso la diarrea si manifesta nel primo trimestre di gravidanza e si va ad associare alla nausea e al vomito oppure potrebbe essere legata a una mal digestione o a una congestione intestinale. Vediamo più in dettaglio quali sono le cause a monte della dissenteria durante la dolce attesa.

Foto 1

CAUSE DELLA DIARREA IN GRAVIDANZA

Di sicuro gran parte della responsabilità della diarrea in gravidanza è da imputarsi allo stravolgimento ormonale. Si verifica, in proposito, un innalzamento del livello di progesterone e un abbassamento degli estrogeni, cosa, questa, che può influenzare il corretto funzionamento dell'apparato digerente, comportando il verificarsi di disordini al suo interno. In sostanza gli alimenti non vengono digeriti nella maniera giusta e di conseguenza si scatenano la dissenteria, il vomito e la nausea. Ciò soprattutto nel primo trimestre.

La diarrea, però, può presentarsi anche nei mesi successivi, quando la gravidanza è in stato più avanzato. In questa situazione la causa è da ricercarsi nella pressione esercitata dall'utero su addome e intestino. Tale pressione implica una certa difficoltà nell'assimilare ciò che si mangia e, quindi, un imbarazzo intestinale.

Foto 2

In linea più generale, al di là dello stadio in cui si trova la donna incinta, episodi diarroici possono essere portati dall'ingerimento di alimenti avariati o conservati male, da un'infezione virale o da parassiti intestinali. Questi ultimi fattori sebbene non siano legati direttamente alla gravidanza, a causa di essa e dello stravolgimento fisico che comporta, finiscono con il manifestarsi in maniera più violenta del normale, destando preoccupazione nella futura mamma.

Qualora si verifichi uno di questi disturbi provenienti dall'esterno è buona norma, anzi, è fondamentale, recarsi dal proprio medico per farsi visitare e solo dietro la sua prescrizione prendere dei farmaci. L'assunzione di medicinali "fai da te" può risultare una scelta pericolosa per il feto, per cui bisogna evitarla.

RIMEDI CONTRO LA DIARREA IN GRAVIDANZA

Se la diarrea si manifesta nei primi mesi di gravidanza non occorre fare nulla, si tratta di un disturbo come il vomito e la nausea, che si calmerà e passerà da sé. Si può trarre giovamento magari prendendo qualche accorgimento alimentare, adottando un'alimentazione leggera e sana, caratterizzata soprattutto da cibi freschi, con pochi grassi e pochi conservanti. Inoltre, poiché la dissenteria comporta una perdita di acqua nell'organismo, è importante reintegrarla bevendo molto anche per il benessere del bambino. Il liquido amniotico, infatti, è formato per la maggioranza di acqua. Se la futura mamma non ristabilisce la corretta quantità di essa nel proprio corpo, potrebbe disidratarsi e compromettere la buona riuscita della gestazione.

Foto 3

Se, invece, la diarrea avviene durante lo stadio più avanzato della gravidanza, è opportuno, come già detto in precedenza, consultare il medico per capire la cura migliore da fare. Stessa cosa quando la durata della dissenteria si protrae per troppi giorni. In tal caso, chiamare il dottore si rivela indispensabile al fine di sapere come bloccarla e porvi rimedio.

A livello di nutrizione ottimi alleati per le future mamme colpite da questo antipatico disturbo sono i probiotici contenuti nello yogurt fatto in casa e nel kefir, una bevanda particolare, ottenuta dalla fermentazione del latte, dal gusto amarognolo, molto nutriente e ricca di fermenti lattici importanti per la flora batterica. Consigliamo, tuttavia, anche nel caso di modificazioni nella propria dieta, di confrontarsi con il dottore.

Fonti
unadonna
amando.it

Foto
Foto 1: prezi
Foto 2: themominmemd.com
Foto 3: theagapelifestyle

Elisabetta Rossi

Articolo letto 27.361 volte

  • Buscopan in gravidanza

    I crampi addominali sono un disturbo frequente in gravidanza, soprattutto nel primo trimestre. Per combatterli si può assumere il Buscopan ma solo dietro prescrizione medica.

  • Alimentazione in gravidanza

    Cosa è meglio mangiare durante la gravidanza? Quali sono gli elementi più indicati per far crescere il feto in tutta salute? Scopri tanti consigli e suggerimenti utili per l'alimentazione più indicata da seguire [...]

  • Quando una gravidanza a rischio e cosa fare per scongiurarlo

    La gravidanza è un periodo delicato per la donna e ci sono casi in cui può diventare a rischio a causa di patologie preesistenti nella donna o per via di complicazioni comparse durante la gestazione. Vediamo nel [...]